giovedì, marzo 20, 2008

Arthur C. Clarke

La notizia non è passata nel circuito della grande informazione, ma ieri 19 marzo 2008 è morto Arthur C. Clarke, autore di numerosi libri di fantascienza fra cui "2001: Odissea nello Spazio" e i seguiti, nonché il ciclo di Rama, ma noto anche nella comunità scientifica per aver per primo, nel 1945, teorizzato la possibilità di coprire la terra con comunicazioni provenienti da satelliti geostazionari ("Extra-Terrestrial Relays — Can Rocket Stations Give Worldwide Radio Coverage?").

Per i più curiosi vi riporto l'ultima intervista rilasciata dallo scienziato-scrittore alla rivista Spectrum della IEEE (che poi è la fonte da cui ho saputo della morte).

http://spectrum.ieee.org/mar08/6075

Nessun commento: