lunedì, novembre 26, 2007

Washington DC - Diario di bordo 2

Come una novella Atene o Roma Imperiale, Washington vuole essere una città di potere, politico e culturale. E questo si riflette anche nella su architettura. Washington è una città monumentale, non esistono edifici senza colonne, colonnate, porticati, quasi a richiamare le persone alla maestosità del potere. E punto centrale di Washington è The Mall, un'immensa distesa verde lunga 3-4 km entro la città circondata dai più importanti monumenti ed edifici della vita statunitense. Dal Lincoln memorial, il Washington memorial, i memoriali alle varie guerre in cui gli stati uniti hanno partecipato (Vietnam, Corea, Seconda Guerra Mondiale, fino a terminare nella seconda parte negli edifici Smithsonian, che formano forse il più grande museo (gratuito) al mondo, con sezioni di arte, scienze, naturali, storia, persino la sezione dedicata alle esplorazioni spaziali. E infine, in fondo, il Capitol, sulla collina più alta di Washington, punto più alto dell'intera città (non esistono grattacieli infatti perché nessun edificio può essere più alto del Capitol, simbolo della democrazia statunitense). Altri edifici poi completano l'area, dalla Casa Bianca, all'FBI, per passare dai più importanti Dipartimenti.

3 commenti:

Mau ha detto...

Ma te in realtà sei andato a Washington per poi andare a incontrare i capi di stato medioorientali ad Annapolis?

Raffa ha detto...

Ma Annapolis è la città della Lessandra? Sai, dopo Persepolis...

Daniele ha detto...

No io andai A Napolis! Comunque vidi davvero una macchinona nera con 2mila poliziotti di scorta. A presto un post conclusivo che ho da dirvi un altro paio di avvenimenti.