sabato, gennaio 20, 2007

Paolo Poli - «Volevo un figlio, ho provato a rubarne due»

Da «Volevo un figlio, ho provato a rubarne due» - Corriere della Sera del 27 Dicembre 2006

Estraggo e vi riporto questo passaggio che mi ha fatto tanto ridere di un intervista veramente divertente e alla Paolo Poli.

Negli Anni Trenta l'educazione sessuale avveniva in famiglia. Noi eravamo sei bambini, poveri, figli di un carabiniere e di una maestra montessoriana. Io mettevo il ditino sotto la gonna delle mie sorelle e loro toccavano me; la domenica mattina mi infilavo nel letto di papà. Ho capito fin da piccolo di essere gay. Mi garbava il fornaio. Poi sono andato al cinema, a vedere King Kong, quello vero, e scoprii che mi garbava pure il gorilla. Invidiavo le mie sorelle che avevano le bambole, io con i fucili non sapevo giocare: mi sparai in un occhio, per un anno portai una benda da pirata. Le istituzioni ecclesiastiche non riuscirono a recuperarmi, anzi. Sollevavo le gonne delle suore e quel che vedevo mi confortava nella mia omosessualità.

Nessun commento: