giovedì, novembre 23, 2006

E' morto il Perozzi

"Ragazzi, ma un sarà mica uno scherzo?!" si chiedeva i'Mascetti alla fine di Amici Miei. Eh no cari miei. Oggi come allora non è uno scherzo. Il Perozzi, noto anche come Philippe Noiret, è morto.

Spero che questa volta davvero si sia spento così:

[L'ultima supercazzola del Perozzi, sul letto di morte]
Prete: Dimmi, figliolo.
Perozzi: Sbiliguda venial... Con la supercazzola prematurata.
Prete: Come, figliolo?
Perozzi: Confesso, come foss'antani, con lo scappellamento... A destra e... Costantinato ammaniti.
Prete: Quante volte, figliolo?
Perozzi: Fifty-fifty per la fine... Come fosse mea culpa... Alla supercazz...
Prete: Ed io ti assolvo, dai tuoi peccati.

Ma lo voglio ricordare con un'altra frase celebre.

Perozzi (pensando al figliolo): "Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due."

Le citazioni sono tratte da Wikiquote.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Uno dei più grandi attori di sempre.
Sono dispiaciuto proprio come quando morì il Perozzi nel film

Anonimo ha detto...

Eh, già, non è uno scherzo il Perozzi adesso è morto sul serio… ho ricordato anch’io il grande attore francese e anche un po’ italiano… se hai tempo passa a trovarmi: http://blog.libero.it/LUPASTRO
Ciao! Pier